Blog: http://lapiuma.ilcannocchiale.it

La lezione del gabbiano

Se ne sono dette tante su questo libro ma la verità è che le sue pagine invitano all’unico e fondamentale punto di partenza perchè ciascuno di noi possa migliorarsi. Credere cioè in quello che siamo veramente: l’insieme delle nostre esperienze e della concreta possibilità che tutti noi abbiamo di trasformare i desideri in realtà. («Io sono un gabbiano perfetto, senza limiti né limitazioni!»). Noi siamo però molto più la fiducia nel nostro futuro che il ricordo del nostro passato. E nel frattempo, per poter vivere il presente (ora, adesso, quel millisecondo che sta scorrendo mentre leggete) è fondamentale non dimenticare il nostro diritto ad essere noi stessi in ogni condizione e circostanza e quindi a non limitare ciò che sentiamo né ciò che possiamo dare agli altri perché cause esterne apparentemente sembrano impedircelo.

Non esistono scuse, né “leggi dello stormo”, esistiamo soltanto noi. Ma il nostro percorso è anche condivisione ecco perché non è una ricerca egoistica, ecco perché chi è pronto ad accettare se stesso è pronto anche a vivere con il prossimo in un reciproco scambio.

Pubblicato il 2/9/2008 alle 19.44 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web